Gli organismi del Movimento Riscatto

Il Movimento Riscatto si è assegnato un compito transitorio: quello di convocare  con un processo largo e partecipato la Costituente per i Movimenti Rurali (vedi il documento) per discutere, decidere le proposte e le forme organizzate per le alternative alla crisi rurale e salvare le aziende agricole e le comunità rurali dalla condizione mortale in cui sono.

Per raggiungere questo obiettivo il Movimento ha scelto di darsi un tempo di due anni (entro il 2017) e si è dotato di uno statuto che regola la vita di questi due anni dell’Associazione su base democratica.

Questo lo schema dell’organizzazione del Movimento Riscatto:

  • l’associazione è diretta da un Comitato Nazionale di Coordinamento Esecutivo che esprime una Presidenza operativa ed è affiancata da una struttura di Portavoce espressione delle campagne di iniziativa che il movimento sviluppa con il compito di rappresentarle e divulgarle
  • all’interno del Comitato di Coordinamento Esecutivo vi sono la figura del Presidente (con compiti di rappresentanza e garanzia interna), un coordinatore (che gestisce e coordina le iniziative e le attività del Movimento) e un Tesoriere (che gestisce la vita economica dell’Associazione)
  • il Presidente è coadiuvato da un Ufficio di Presidenza, il Coordinatore e il Tesoriere da due gruppi di lavoro di supporto secondo la logica della condivisione delle responsabilità
  • Il Movimento Riscatto organizza e decide campagne di iniziativa; ogni campagna di iniziativa è decisa dal direttivo e si da un coordinamento allargato con due portavoce che hanno sia il compito di facilitare all’interno lo svolgimento della campagna che di rappresentarla all’esterno
  • Analogamente all’organizzazione e alla dinamica nazionale sono costituiti i Coordinamenti Regionali del Movimento Riscatto denominati Coordinamento per l’Unità Rurale di …. che, al proprio interno definiscono gli organismi, le responsabilità e la gestione delle iniziative sulla base degli obiettivi specifici regionali
  • Il Comitato Nazionale di Coordinamento Esecutivo si compone di:
    – un numero ristretto di persone con funzione nazionale (Presidente, Tesoriere, Rappresentante Rete Municipi Rurali, Responsabile Organizzazione, Coordinatore, Responsabile comunicazione)
    – due persone minimo per ogni Regione in cui si sia costituito il Coordinamento per l’Unità Rurale Regionale
    – due persone almeno per ognuna delle campagne nazionali su cui il Movimento sta lavorando.

L’assemblea fondativa ha eletto le seguenti prime persone nel Comitato di Coordinamento Esecutivo:

  • Mimmo Viscanti (agricoltore di Altamura) Presidente
  • Tano Malannino (agricoltore di Caltagirone) vicepresidente
  • Emilio Vesia (Agricoltore di Miglionico) Tesoriere
  • Gianni Fabbris (Tecnico) Coordinatore
  • Tato Pace (agricoltore di Gravina in Puglia e Presidente della Rete dei Municipi Rurali) componente
  • Francesco Mastromarco (agricoltore di Gravina in Puglia) componente

A questi primi sei nomi si aggiunge quello di Mimmo Carone (cerealicoltore) uno dei due portavoce della Campagna TE LO DO IO IL MADE IN ITALY

In Sicilia si è costituito il Coordinamento Regionale Siciliano per l’Unità Rurale che si è dotato democraticamente degli organismi regionali ed ha espresso nel Coordinamento Esecutivo Nazionale Maurizio Ciaculli (agricoltore Presidente Regionale Sicilia) e Davide Ravalli (agricoltore, Coordinatore Regionale Sicilia).

Sono in preparazione le assemblee costitutive di Basilicata (16 aprile) e Puglia (18 Aprile)

Il Coordinamento Esecutivo Nazionale è convocato il giorno 21 aprile a Matera

 

 

Permanent link to this article: http://riscatto.info/old_version/about/gli-organismi-del-movimento-riscatto/